lunedì 17 agosto 2009

Truffa alla nigeriana (SCAM): non vendete a chi vuole la spedizione in Africa!

Questo ferragosto sono stato vittima della "nota" truffa alla nigeriana.
Il metodo è più o meno simile da ormai una quindicina di anni, ma stavolta ad essere attaccati sono quelli che mettono in vendita oggetti usati nei noti portali di compravendita.
Nel mio caso specifico, appena messo in vendita uno scanner per computer, sono stato contattato per email da quattro utenti non italiani che chiedevano i dati per effettuare il pagamento dell'oggetto in vendita, lasciandomi quindi tutti i dati per la spedizione ad un indirizzo africano.

Eccovi un estratto delle email:

  1. Mr Bruno Principle = "i got your advert when i was searching for some items. I am presently working here in UK, i need the item shipped to my manager in Africa i will make the payment tomorrow,let me know the total cost+shipping";
  2. Nelsoluv = "This is Nelson Lawrence from the state,but currently in the UK for a humanitarian organization services.I am very much interested in buying your item,i want to buy your item for my son as a present on his birthday.";
  3. Jeniver Cole = "you are going to send it to my son in Nigeria so my mode of the payment is bank transfer so i will transfer the money to your account and i will like you to get back to me with your bank details so that i can make arrangement for the payment to you on Monday";
  4. John Klissman = "just tell me the amount you wish to sell it...then get back to me with the shipping cost to Nigeria where i want to send it.....and send me your bank details so that i can make the payment".

La truffa consiste nell'inviare al venditore, una volta comunicati gli estremi per il pagamento dell'oggetto acquistato, una falsa email che notifica il pagamento avvenuto.

Fortunatamente mio cugino, che conosce l'inglese molto meglio di me, ha notato imperfezioni nella grammatica dei testi e ha subito avvertito che c'era sotto qualcosa.

Anche il fatto di aver ricevuto contemporaneamente più email dello stesso tipo non ha aiutato il truffatore a concludere la trattativa.

Inoltre è sufficiente effettuare una ricerca da qualsiasi motore di ricerca con le parole "nigeria truffa" per essere inondati da una fitta documentazione in merito.

Per il mio caso mi sono limitato a non inviare i miei dati per il pagamento, e ad inoltrare le loro email agli indirizzi preposti dal portale di compravendita per gli abusi elettronici.

Ho letto su www.419eater.com che la truffa si sta estendendo anche nei siti di dating (siti di incontri).

Fate attenzione, quindi, alle email in inglese o scritte in italiano imperfetto.

Pagine utili:

Stumble Upon Toolbar

martedì 4 agosto 2009

PowerPoint è il male

Molto meglio OpenOffice! Ma questi suggerimenti rimangono comunque molto utili:

Stumble Upon Toolbar

Blogger Templates by OurBlogTemplates.com 2008